sabato 4 luglio 2015

amarcor ... a volte ritorna




Sono piu’ gli anni in cui il mio unico mezzo di svago e’ stata la bici, che quelli in cui ho trascorso tra palestre varie. Me n’ero quasi dimenticato, ma grazie a mia figlia e alla sua bicicletta nuova e alla sua caparbietà, ho resuscitato la mia vecchia compagna di viaggi che conservavo senza convinzione in garage. 

Ahttps://www.runtastic.com/it/utenti/vincenzo-sp/sessioni-sportive/502139434
Mi ero quasi dimenticato della caterva di sensazioni positive che si vivono in bici. Finalmente dopo due anni di totale astinenza (per cause di forza maggiore: il maggiore sarebbe l'ortopedico) ho rispolverato la mia tenuta da ciclista, i classici pantaloncini per  proteggere la mia amata  zona perineale, una maglietta aderente, scarpino, guanti e casco… e in un attimo mi trovo immerso in quella strana sensazione di benessere che solo andando in bici ti sa dare…  sono libero immerso nella natura e il caos della statale sembra,essere solo un lontano ricordo. L'asfalto per un ciclista  è un percorso, un collegamento, ma ancor prima è cultura, rispetto e condivisione. La presenza  di infinite biciclette, almeno in questi momenti,  inibisce nella mia mente quel dispositivo a motore che tutti i giorni mi scorrazza in giro per la bassa padania, restituendomi serenità, tempo e salute. Nella sua nuda essenza l'amore per la bici é ancora vivo  e mi  appartiene.