martedì 19 maggio 2015

La creazione ....


Non riuscendo in modo coerente e logico a giustificare l'enorme varietà degli organismi viventi, l'uomo non seppe far di meglio, in passato, che ricorrere al concetto di creazione. Secondo questo punto di vista sarebbe esistito un dio, ovvero un'entità trascendente e dalle possibilità infinite, il quale avrebbe popolato la Terra di ogni sorta di esseri viventi e assegnato all'uomo un ruolo preminente. Come tutti sanno, non esiste un unico mito della creazione: 

ogni cultura ne ha elaborato uno proprio, esclusivo e originale nei dettagli. Tutti questi miti, tuttavia, proprio per la loro stessa natura, non possono essere considerate teorie. Non solo perché da essi non è possibile trarre previsioni, ma anche per il fatto che non si possono confutare in alcun modo, né che sono veri né che sono falsi. tutti questi miti, in altre parole, sono atti di fede e come tali non  pretendono di avere un fondamento logico.

Essendo un atto di fede, non è possibile ad esempio convincere un credente dell'inconsistenza del mito  della creazione, né è mio intendimento farlo: ognuno è libero di credere a ciò che vuole. Allo stesso tempo però,  per chi come me apprezza la logica  della ricerca della verità attraverso l'osservazione e la sperimentazione, libero da anatemi e da imposizioni di qualsiasi tipo, non possono perennemente additarmi come  ...un illuso ... 

I creazionisti, con l'intento di sminuire la teoria evoluzionistica, dicono che in fondo si tratta "solo di una teoria" e pertanto è assurdo pretendere che da essa possa scaturire la verità.... Allora io mi chiedo ma la loro potrà essere la verità asdoluta???? ... 

Chi parla in questi termini non sa cosa sia una teoria. Ma se aprite un qualsiasi motore di ricerca vi spiegano cosa vuol dire teoria. Una teoria  non è altro che un'ipotesi, cioè un'idea che si forma nella mente dell'uomo, dopo che questi ha osservato attentamente e scrupolosamente i fenomeni naturali e gli esperimenti di laboratorio. 

Essa perciò non è la realtà ma una congettura, attraverso la quale è possibile giustificare i fenomeni naturali in modo logico e coerente. Una buona teoria non solo deve rendere ragione dei fenomeni dai quali essa stessa ha tratto origine, ma deve essere anche in grado di prevederne di nuovi da verificare in futuro.