venerdì 15 novembre 2013

IN ITALIA TROPPE RISONANZE INUTILE

 Lo denunciano gli stessi radiologi, e non vengono eseguite a sufficienza quelle fondamentali per seno, fegato e cuore.



Ginocchio, rachide lombosacrale e cervello sono le risonanze che in circa 3 casi su 10 risultano inappropriate, lo denuncia sa Sirm (società italiana di radiologia medica); sono frutto  della cosiddetta “medicina di compiacenza”, della serie una risonanza non si nega a nessuno, per motivi che spesso hanno più a che fare con l’accontentare il paziente ansioso che con reali necessita diagnostiche.
Il problema è soprattutto di costi e diagnosi sprecate, le risonanze pesano sul SSN, e se lo facciamo nei casi inutili, diagnosticabili con un’ecografia o una RX, non si avranno sufficienti risorse per farle a chi ne ha bisogno.