domenica 10 novembre 2013

LA ZUCCA: COLORE E SAPORE D’AUTUNNO


La zucca allegra e colorata, sotto la sua scorza coriacea nasconde tutti i preziosi nutrimenti.


Quando si pensa alla zucca è facile che vengano in mente i piatti della tradizione mantovana o emiliana. Non tutti sanno, che la zucca è originaria del Messico, appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e che ne esistono diversi tipi, differenti per forma, fusto, colore e dimensioni.

La zucca è un ortaggio povero di zuccheri e ricco di vitamine e minerali. Possiede proprietà antidiabetiche e antipertensive,  è efficace nel controllo del metabolismo degli zuccheri, e quindi nel mantenere regolari i livelli di glicemia nel sangue e nel favorire un riequilibrio del peso corporeo. Contengono anche elevate quantità di sali minerali, come zinco e fosforo e betacarotene, magnesio che insieme svolgono un'azione protettrice delle membrane cellulari e un'azione antiossidante.

Per usufruire delle loro proprietà, basta consumarne un cucchiaio al giorno, come spuntino oppure spolverizzati su verdure, insalate, cereali.

La zucca si consuma cucinata al forno, al vapore, nel risotto o nelle minestre, fritta nella pastella. Si abbina benissimo a spinaci, formaggi, salsiccia, mandorle, funghi e tartufi, ideale per il ripieno dei famosi tortelloni.

Quando acquistate una zucca è importante che sia soda e ben matura: il picciolo deve essere morbido e ben attaccato all’ortaggio. La buccia deve essere priva di ammaccature. Se la comprate già affettata o a tocchetti, accertatevi che il frutto sia ben maturo e sodo e che il pezzo tagliato non sia asciutto, mentre i semi dovranno essere umidi e scivolosi. La zucca va conservata in ambiente fresco e asciutto anche per tutto l'inverno; la sua polpa può essere anche congelata, meglio se preventivamente sbollentata.

vi riporto alcune delle  ricette della tradizione mantovana:




  tortelloni di zucca
risotto con zucca
       crema di zucca
    
     zucca e cioccolato
torta di zucca