giovedì 3 luglio 2014

LA CORDIALITA’







La cordialità schietta e autentica e virtù piuttosto rara. Cordiale significa proveniente dal cuore. La cordialità che appartiene al corredo della buona educazione e alla tecnica del saper vivere è indubbiamente cosa lodevole ma non esprime appieno e nell’intimo il significato spirituale di una virtù, che fin  nel suo nome si annuncia come voce del cuore, (cor, cordis) quello che i latini meglio chiamavano animus.

 Non sempre infatti le buone maniere esprimono animus, la bontà dei modi, la semplicità affettuosa del comportamento possono, anche senza esplicita finzione,  costituire un’innata  o acquisita tattica sociale proprio di coloro che sanno stare al mondo e conoscono l’arte di piacere al prossimo.

Cordialità apparente, che è un vero e proprio gioco di recitazione, messo in opera dai furbi per ingannare gli uomini semplici e ingenui.  Dietro l’aria più gioviale e servizievole spesso non vi è un animo benigno e gentile ma uno spirito fatuo e corrotto che vuole apparire diverso da ciò che è, ingannando  forse anche se stesso.

L’uomo veramente cordiale, è animato dal sincero proposito di vivere incontro al prossimo, egli è benevolo per cortesia e gentilezza d’animo e si adopera nel limite delle sue possibilità. Esistono tuttavia persone buone incapaci di cordialità, ed esistono uomini affabili e corretti privi di comunicatività cordiale.

La sfera della cordialità è quindi confinante con quella della bontà e della cortesia ma non è confondibile con esse. Se giudichiamo un uomo cordiale, nel senso forte e vivo che questo aggettivo possiede, non soltanto ci è impossibile dubitare della sincerità dei suoi propositi, ma avvertiamo altresì nel suo comportamento un che di irradiante. Si crea un’atmosfera di confidenza e quasi di solidarietà, per cui vedremo quell’uomo che sta di fonte a noi come il nostro simile e il nostro prossimo,  non più come “”un altro”” estraneo al nostro destino.


 La cordialità che sembra cosa tanto umile, “”tanto alla buona”” è invece uno dei valori spirituali più alti.