venerdì 16 gennaio 2015

Le parole parlano al di là del loro significato


E' ormai assodato che, ""la parola detta"" è uno strumento che può trasformare la realtà. Possiamo aggiungere che è anche un modo per segnalare lo stato di sensibilità dei propri bisogni. Gli accenti, le pause, le cadenze che accompagnano la sua espressione sono dei segnali traditori dell'emotività che pulsa interiormente.

Cosa vuol dire l'espressione ""va tutto bene ho solo un leggero mal di testa"". Forse al suo interno si trova una contraddizione, una forzatura, affermare di star bene ma nello stesso tempo affermare il contrario.  Le parole, parlano al di là del loro significato terminologico e semantico, il nostro orecchio è allenato a cogliere l'emotività che vibra nel loro suono. 

La parola è anche uno strumento terapeutico, uno strumento da tutti conosciuto e da tutti usato, ma ha il grosso svantaggio di essere inflazionato. L'incisività che gli appartiene nel periodo dell'infanzia cammin facendo perde gran parte di questo pregio, adagiandosi in una consuetudine avara di sentimento.