venerdì 23 gennaio 2015

Elogio alla bruttezza | quello che le donne non pensano



E’ ormai noto che l’amore sta ai brutti come la cioccolata ai brufoli. I brutti si innamorano sempre perdutamente e puntualmente rimangono soli e sofferenti da far schifo. Certi imparano la lezione e si chiudono in convento o eremi lontani dal mondo, altri fanno un intervento al cuore. Si un operazione delicata dove viene asportato un ventricolo e donato alla scienza in modo da capire perché si dice che l’amore fa fermare il cuore. Altri brutti scelgono la via difficilissima di chiudere  ogni sentimento in una scatola di piombo e inabissarlo nel mare più profondo.

Ma in fondo la bellezza che cos’è?

A cosa serve combattere la battaglia contro i peli superflui,  a cosa serve crescere tra parrucchieri, pedicure, manicure, tra giornali che ti spiegano come rendere ricci i tuoi capelli lisci o viceversa, a cosa serve impegnare tutte le tue energie nel dover entrare a tutti i costi in una gonna taglia 38? Rinunciare alla panna, al gelato, ai paninazzi con la mortadella? Per essere belle? E per cosa?

E poi sudare in palestra per sentire il tuo corpo tutto dolorante e riuscire a individuare i muscoli fatti a pezzi senza la tavola anatomica. Solo per  buttar fuori quel gridolino di gioia davanti al vestitino con le zip dappertutto, oppure davanti a un rossetto che rende le labbra gonfie come se avessi un herpes diffuso. O  comprare le creme per avere la pelle liscia senza rughe.

 Se questa è la vera bellezza allora meglio una brutta. ricordatevi donne, la bellezza sfiorisce, la bruttezza dura molto più a lungo. I brutti non vengono mai ignorati, li guardano tutti. ... Adesso ripetiamo  ancora una volta!! , la bellezza sfiorisce, la bruttezza dura molto più a lungo. I brutti non vengono mai ignorati, li guardano tutti.



(tratto da: “Elogio alla bruttezza” di Loredana Frescura) e dedicato ad una mia cara amica