sabato 24 gennaio 2015

L’istrionico e il ciarlatano analitico



In un trattato di psicologia si legge che: la fama di questa dottrina ha sofferto, in seguito al fatto che, persone non qualificate l’hanno esercitata come metodo di cura, facendosi passare per analisti. E’ increscioso  vi si aggiunge, che tante teorie nate da menti non critiche, e molta ciarlataneria abbiano potuto attribuirsi il nome di psicoanalisti. purtroppo ancora oggi non si riesce a tracciare una linea netta tra la psicologia del profondo, e la ciarlataneria analitica.

Dopo 50 anni da che fu pubblicato questo giudizio, il disordine regna sovrano, forse si è aggravato, con la pubblicità che letteratura e cinema hanno dato alla psicologia. Ormai spesso e sovente tornano alla luce casi di plagio esercitato a danno di pazienti non sempre danarosi, ma tutti uniti da un unico denominatore, avere la necessità di essere aiutati. Vengono suggeriti trattamenti lunghi e costosi che spesso si protraggono per anni, dove le ansietà invece di essere dissolte vengono coltivate.

Gli inventori della psicoanalisi produssero, credo con onestà e buona fede, una dottrina affascinante, ma altresì  uno strumento che consente a furbi e presuntuosi di promuovere se stessi a guide d’anima e di vita. Tanto più questa promozione riesce, quanto più credulità  si riesce a inculcare nella mente umana (astrologi, maghi, cartomanti, ecc. ecc.). L’imbroglio è favorito dal fatto che allo psichiatra o psicoterapeuta o cartomante o maghi o curatori dell’anima o a chiunque si dichiari tale, si rivolgono persone che hanno accentuate alcune debolezze, che quasi sempre sono in netta relazione con la natura umana.

Non è mio intendo generalizzare, ci sono certamente terapeuti di specchiata onestà, e di questo ne sono convinto, ma tuttavia spesso si rischia di cadere nell’abuso (da parte chi si fa maestro di vita altrui). Tutto questo è dato dal fatto che il nostro tempo, denso di paure, ha aumentato il numero di smarriti e di ansiosi.

Forse anche questa moda presente passerà come sono passati altri trattamenti che parvero miracolosi, come gli esorcismi o il magnetismo animale. Quello che resterà sarà sicuramente la scoperta e l’esplorazione del profondo. E magari la psicologia riuscirà finalmente a delineare i suoi veri connotati.