martedì 14 gennaio 2014

E' PIU' FACILE CAMBIARE SE STESSI



Anni fa lessi un breve racconto di Tolstoj, “La felicità familiare”;
non mi entusiasmò molto, evidentemente ancora non avevo conosciuto la complessità della vita coniugale. Di recente l’ho riletto e ho trovato diversi spunti di riflessione, che voglio proporvi.
Una frase in particolare, che per la verità sembra scontata a me , invece, ha fatto rivedere come in un flash tutta la mia vita, “è più facile cedere a se stessi che piegare gli altri”;
leggendo questa frase mi sono rivisto nel mio rapporto con mia moglie, nell’assurda presunzione di voler cambiare. Quante liti ci sono state per l’incapacità di vedere l’interezza della persona e non tratti particolari.
Quando smetti di fare la guerra, che alla fine è quasi una guerra a te stesso, ti rendi conto che tutto può essere “sopportato” se ci si accosta alle differenze, anche se queste sono lontane dal nostro modo di essere, se si lascia agli altri la libertà di vivere la loro vita nel modo che ritengono appropriato.
Concludo con questo brano che chiude il racconto e che per la mia vita calza come un vestito cucito su misura:

L’antico amore mi divenne una rimembranza cara e irrevocabile, e un nuovo sentimento d’amore per i miei bambini e per il padre dei miei bambini mise principio per me a un’altra vita, oramai del tutto diversamente felice, e che io non ho ancora finito di vivere nel momento presente”.